venerdì 18 settembre 2015

Venerdì coin-op XXXII

Eccoci di nuovo qui, pronti per un nuovo appuntamento col Venerdì coin-op, la rubrica sui cabinati da sala giochi più famosi di tutti i tempi. Oggi sarà difficile arrivare fino in fondo, perché dovremo vedercela contro dei lottatori davvero forti, che metteranno a dura prova la nostra resistenza; oggi vedremo chi è il più forte a:


Sviluppato e pubblicato da SEGA e diretto dal maestro Yu Suzuki nel 1993, Virtua Fighter è il primo picchiaduro con grafica 3D della storia. 

"Soooca Tekken!!!"
I combattimenti si svolgono in arene disegnate per la prima volta in 3D; cosa nuova per l'epoca, dato che i giochi in tre dimensioni erano ancora pochi e che il maggior rivale di Virtua Fighter era il bidimensionale Street Fighter II. Solo in seguito arrivò Tekken e le cose si fecero più difficili per il titolo marcato SEGA.

"Soooca Virtua!!!"
I lottatori utilizzabili sono otto:

Akira Yuki - Maestro di Kung Fu.
Wolf Hawkfield - Wrestler canadese.
Kage-Maru - Il classico ninja giapponese.
Pai Chan - Star del cinema di arti marziali cinese.
Lau Chan - Padre di Pai e maestro di Koen-Ken (arte marziale che non sapevo esistesse) che, tra un incontro e l'altro, fa il cuoco in Cina.
Jeffry McWild - Pescatore australiano esperto di pancrazio.
Sarah Bryant - Studentessa americana esperta di jeet kune do.
Jacky Bryant - Fratello maggiore di Sarah, per vivere fa il pilota di macchine da corsa. Pure lui utilizza il Jeet Kune do.


Il boss finale è invece Dural, un androide dalle sembianze femminili che usa uno stile di combattimento misto tra tutte quelle usate dai personaggi.


Inizialmente doveva esserci pure un ultimo lottatore utilizzabile, il combattente arabo Siba, che però venne inserito solo sucessivamente all'interno della serie.


"Sotomayor!"
Il gioco ebbe un impatto molto positivo nel settore e divenne uno dei videogiochi più famosi di sempre, al punto di meritarsi un posto nel National Museum of American History, dopo che lo Smithsonian Institution lo ha riconosciuto come una delle serie che ha maggiormente influenzato il panorama videoludico dell'epoca. La serie è proseguita fino ai giorni nostri, anche se all'ombra dei suoi eterni rivali, più famosi e apprezzati dal pubblico.




2 commenti:

  1. Virtua Fighter non l'ho mai sopportato. E' la saga di picchiaduro che meno apprezzo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto difficile come titolo, forse non per tutti.

      Elimina

No spam, no volgarità inutili, no anonimi. Grazie.